• Accoglienza e sociale,  Iniziative e attività,  Persone,  Quartiere,  Urbanistica

    Storia di un quartiere autentico

    tessuti urbani, come le maglie di una ragnatela, si ampliano o si ritirano. Oppure si fondono con quelli limitrofi, trasformandosi in elementi dotati di nuova identità. Altre volte, come nel caso di Dergano (mi raccomando l’accento sulla “e”) subiscono così tante trasformazioni da fondersi e integrarsi con il resto della città. Ma non del tutto. Nonostante l’esponenziale crescita demografica, i flussi migratori, le fabbriche che hanno preso il posto di campi, marcite e cascine, nonostante tutto Dergano ha conservato un suo Io. Nel quartiere, raggiungibile scendendo alla fermata omonima della M3 e con i bus 70 e 82, è rimasta una forte volontà di prendersi cura del proprio territorio. Qui opera il più alto numero…